BIO

bio_01

bio-02

bio_03

Giulietta Gheller ha studiato a Bologna, dove si è laureata in Scultura all’Accademia di Belle Arti e al DAMS, indirizzo in discipline dell’arte, dell’Università di Bologna.
E’ vincitrice del BEST 15 PRIZE a PARATISSIMA14- ART FAIR Torino e del PREMIO ESCHER per la Scultura ad ARTE SALERNO- International Art Prize 2018. Ha partecipato alla III^ Bienal de Arte a Barcellona presso il MEAM (Museo Europeo di Arte Moderna)
E’ stata scelta per figurare tra i 50 scultori rappresentati nell’Annuario Internazionale d’Arte Contemporanea “ARTISTI” Mondadori per il 2019 (tra i curatori Philippe Daverio, Paolo Levi, Luca Beatrice, Angelo Crespi).

Si muove tra le diverse espressioni dell’arte visiva: il disegno, la pittura e soprattutto la scultura. A queste modalità aggiunge contaminazioni con la musica e il teatro e ha di recente aperto collaborazioni con scrittori di prosa.

Il disegno è un’attività che non ha mai smesso di frequentare e che affronta con diverse tecniche: grafite, olio, acquerelli, pastelli. Attraverso il disegno ha iniziato a sperimentare nuove forme e linearismi astratti che richiamano forme organiche immaginifiche, come fossero viste da un miscroscopio visionario.

Per la pittura preferisce le grandi dimensioni. I suoi dipinti, a olio su carta, utilizzano temi figurativi, prevalentemente corpi e volti umani, con una pittura molto gestuale e a tratti, informale.

Le sue recenti sculture, grandi al vero, sono modellate e realizzate con materiali plastici come gesso, terracotta, vetro-resina.
Negli ultimi anni ha assemblato materiali naturali (o calchi di elementi naturali) con interventi propriamente scultorei: il risultato sono forme che da vegetali mutano in umane senza soluzione di continuità, colte durante il processo ma fedeli ad una bellezza che tende a mantenersi costante nel passaggio da un elemento all’altro.
Attualmente si sta dedicando a sculture di medie dimensioni nelle quali i materiali naturali, accostati o montati su volti o busti umani, stanno acquisendo un carattere fortemente metaforico.

È inoltre ideatrice del progetto “Metamorfosi”, concepito insieme all’associazione Rodopis-Experience Ancient History, per celebrare il bimillenario della morte del poeta Ovidio. Tale progetto coniuga la realizzazione di un’installazione dei suoi lavori, scultorei e pittorici, relativi al tema della metamorfosi e di uno spettacolo teatrale in cui sono presenti in scena tre sue sculture.
Nello spettacolo, scritto e interpretato da Debora Pradarelli, Giulietta Gheller ha collaborato alla regia e si occupa delle luci, del trucco e della disposizione dello spazio scenico.

Ha contribuito a ideare e a realizzare un nuovo spettacolo teatrale, nel quale l’attrice, Lucia Bianchi, avvia una danza ispirata da due sue sculture in scena: IO SONO ALTRO-L’OPERA DIVERSA, (Teatro Sperimentale di Pesaro, febbraio 2019). L’opera mette al centro, in modo poetico, la condizione di Marianna Margherita Maddaloni scrittrice, e in questo caso attrice, affetta da tetraparesi spastica. Attraverso lei, si riflette sul tema dell’anomalia che tutti riguarda e su quello altrettanto condiviso del limite, sempre presente, sempre relativo. In collaborazione con gli scrittori Nerio Cariaggi e Marianna Margherita Maddaloni, la regista teatrale Maria Stella Mei, il regista cinematografico Andrea Laquidara, l’attrice Lucia Bianchi e il musicista Francesco Mazzerini.

Giulietta Gheller procede nell’attività espositiva personale.

Giulietta Gheller studied in Bologna, where she attended sculpture classes at the Academy of Fine Arts and completed her Master’s degree in Art History at the University of Bologna.
In 2018 she was awarded the BEST 15 PRIZE at PARATISSIMA14- ART FAIR Torino and the PREMIO ESCHER per la Scultura at ARTE SALERNO- International Art Prize 2018.
She was selected among the 50 sculptors figuring in the 2019 Mondadori International Yearly report of Contemporary Art “ARTISTI” (cured by Philippe Daverio, Paolo Levi, Luca Beatrice, Angelo Crespi, and others).

She creates art works in a variety of media.

Drawing is her great and long-lasting passion, which allowed her to explore a variety of different techniques. She experiments through drawing abstract linearisms which recall visionary natural shapes such as those seen through a microscope.

Favouring larger pieces, her paintings show figurative themes using a very gestural and somewhat informal style.
As for techniques, she moves across oil, water colour and pastel.

Her full-size sculptures are moulded in plastic and malleable materials such as clay, plaster, fiberglass, synthetic resin and similar. One of her recent interests is the assembly of natural materials and objects with sculpture interventions, touching upon metamorphosis-themed works.

Currently she is working on medium-sized sculptures where natural materials such as branches and flowers are combined with human faces or busts and assume a strong metaphorical character.

She is also the author of the “Metamorphosis” project, launched together with the Rodopis-experience ancient history association, to celebrate the 2000th anniversary of Ovid’s death.
The project involves an installation of her paintings and sculptures on the theme of metamorphosis appearing alongside a theatrical show in which two sculptures are present on stage.
The show was written and interpreted by Debora Pradarelli. In addition to lights, make-up and stage set-up, Giulietta Gheller was in charge of the staging along with Debora Pradarelli.

She has cooperated to the conception and the staging of an original theatre play: IO SONO ALTRO-L’OPERA DIVERSA, (Teatro Sperimentale di Pesaro, febbraio 2019)
During the show, the actress, Lucia Bianchi, performs a dance inspired by two sculptures on stage. The play focuses on the peculiar and somewhat extreme physical condition of Marianna Margherita Maddaloni (writer and herself present as actress on stage) affected by spastic quadriplegia. The audience is led to think about the concepts of anomaly and limit, always present and always relative: themes that concerns everybody, regardless of their specific conditions.
In cooperation with Nerio Cariaggi and Marianna Margherita Maddaloni (writers and dramatists), Maria Stella Mei (theatre director), Andrea Laquidara (film director), Lucia Bianchi (actress), Francesco Mazzerini (musician).

Giulietta Gheller continues her personal exhibition activity.

ESPOSIZIONI E ALTRO:

2019 BIENAL DE ARTE DE BARCELONA presso il MEAM, Museo Europeo di Arte Moderna di Barcellona, 5-7 aprile.

2019 mostra dei 15 premiati di PARATISSIMA TORINO 2018- PARATISSIMA TALENTS, Castello Visconteo-Sforzesco di Novara, 4 aprile-1 maggio, patrocino Città di Novara e Regione Piemonte.

2019 esposizione collettiva di una selezione delle opere pubblicate nell’Annuario internazionale “Artisti 2019″ Mondadori, SPAZIO W37, Milano, 27-30 marzo.

2019 marzo -pubblicazione dell’Annuario internazionale “Artisti 2019″ Mondadori, curatori Daverio, Sgarbi, Beatrice, Crespi, Levi

2019 AMAR PERDONA, mostra personale alla Chiesa di Santa Maria della Carità, Bologna, 10-24 febbraio.

2019 Rappresentazione teatrale “IO SONO ALTRO- L’OPERA DIVERSA” con due sculture in scena. Teatro Sperimentale di Pesaro, 7 febbraio.
Regia teatrale Stella Mei; regia video Andrea Laquidara; in scena Lucia Bianchi e Marianna Margherita Maddaloni; testi di Nerio Cariaggi; musiche di Francesco Mazzarini; sculture di Giulietta Gheller; ideazione di Nerio Cariaggi, Giulietta Gheller, Marianna Margherita Maddaloni.
Patrocinio del Comune di Pesaro.

2018 E’ inserita tra i 50 scultori rappresentati nell’Annuario Internazionale d’Arte Contemporanea “Artisti” Mondadori per il 2019.

2018 VINCITRICE del PREMIO ESCHER per la Scultura ad ARTE SALERNO 2018. Premiazione al Teatro Augusteo, Salerno, 9 dicembre.

2018 Esposizione degli artisti selezionati ad ARTE SALERNO-International Art Prize, Palazzo Fruscione, Salerno, 1-9 dicembre

2018 Collettiva presso Ex- scuderie estensi di TIVOLI, 10-11 novembre, patrocinio Comune di Tivoli

2018 VINCITRICE del BEST 15 PRIZE di PARATISSIMA ART FAIR TORINO

2018 Esposizione L’AltroRitratto a cura di Isabella La Fauci e Aurora Tema, quinta edizione del progetto N.I.C.E. nell’ambito di PARATISSIMA ART FAIR TORINO

2018 Esposizione generale di PARATISSIMA ART FAIR TORINO 31 ottobre- 4 novembre, Ex-Caserma La Marmora, TORINO

2018 Collettiva presso Galleria Art Saloon: frames art & design, 27 ottobre-9 novembre, ARICCIA (Roma), Patrocinio del Comune di Ariccia

- Nel 2016, considerate le tematiche e le caratteristiche delle sue sculture, è chiamata dall’Associazione Rodopis- Experience Ancient History a concepire il progetto “Metamorfosi” per celebrare il bimillenario della morte di Ovidio. Nei mesi successivi concepisce l’installazione dei propri lavori, alcuni realizzati appositamente per l’evento, e lo spettacolo teatrale con le sculture in scena che sarà scritto e interpretato da Debora Pradarelli.

- Ha ottenuto con Debora Pradarelli una residenza artistica presso Dynamo, Bologna, dal 20 al 31 agosto 2017

Installazione site specific “Metarmofosi”:

- Rifugio Antiaereo presso Dynamo, Bologna, 1-16 settembre 2017

- Palladio Museum, Vicenza, 28 settembre-1 ottobre 2017- Festival Conversazioni-Off, 70° ciclo di Teatro Classico 29-30 settembre e 1 ottobre 2017- patrocinato dal Comune di Vicenza, dal Teatro Comunale di Vicenza e dal Teatro Olimpico

- DATA – ex scuderie ducali, Urbino 2-22 dicembre 2017 -patrocinio dell’Università di Urbino Carlo Bo e del Comune di Urbino

Personale curata da Sharon Di Carlo presso galleria APART-spazio critico, Vicenza, 1-12 ottobre 2017

Spettacolo teatrale “Metamorfosi”:

- Bologna, Rifugio Antiaereo presso Dynamo, Bologna, 9 settembre 2017

- Vicenza, Palazzo Barbaran-Da Porto -Festival Conversazioni-Off, 70° ciclo di Teatro Classico 29-30 settembre e 1 ottobre 2017- patrocinato dal Comune di Vicenza, dal Teatro Comunale di Vicenza e dal Teatro Olimpico

- Urbino, Sala del Maniscalco, 29-30 novembre 2017 -patrocinio dell’Università di Urbino Carlo Bo e del Comune di Urbino

- Legnano (Milano), 22 aprile 2018 – Teatrino Fontana

2014- è tra i quattro artisti scelti per la mostra “Passaggi”, [Festival Adriatico-Mediterraneo e Gran tour cultura 2014 “Musei – Archivi – Biblioteche Crocevia di culture” promosso dalla Regione Marche. Con il sostegno dell’Ambasciata Israeliana di Roma e in collaborazione con la Biennale di Arte Ebraica Contemporanea di Gerusalemme]. Museo statale Omero, ANCONA, ITALIA

2014- Ha svolto attività di live painting in una formazione con il saxofonista Enrico Ubaldi elaborando una sequenza di tre brani di pittura dal vivo e musica originale intitolata “figure-suono”.

2014 – collettiva “Dire Fare ARTE”, polo culturale Sant’Agostino, CANTIANO, ITALIA

2014- Mostra “reMARCHEble Microfestival tra le arti contemporanee”[ Patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri, Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale; della regione Marche; dell'AMAT associazione marchigiana attività teatrali], URBINO, ITALIA

2013- “Rassegna Internazionale d’arte G.B.Salvi”, SASSOFERRATO, ITALIA

2008- Ha scritto il testo critico della mostra che si è svolta a Lodz- Polonia- “Percorsi dell’incisione contemporanea da Urbino a Lodz”, organizzata dal Centro Internazionale Kaus per l’Incisione artistica.

2007- Esposizione di pitture e sculture in occasione della presentazione libro di poesie di Ludovico Bonalana, Sala del Maniscalco URBINO, ITALIA

2006 – Simposio per studenti di Scultura di Accademia di Belle Arti, BRESCELLO, ITALIA

2005- “Rassegna Internazionale d’arte G.B.Salvi”, SASSOFERRATO, ITALIA

2005- – In collaborazione con l’Associazione Kaus (Keishiro Arte Urbino, corsi Internazionali di Incisione artistica) ha condotto in veste di assistente all’insegnamento, un corso di disegno per gli iscritti alla Scuola Superiore d’Arte Industriale (I.S.I.A.)

2004- “Dedicato alle Donne”, Museo dell’Incisione, URBINO, ITALIA

2002- Zoe microfestival, Orti Giulii, PESARO, ITALIA

2000- ” Dedicato a San Luca”, Chiostro del convento di Santo Stefano, BOLOGNA, ITALIA

2000- “Quarta Rassegna Arti Visive” [comitato regionale Emilia Romagna AICS, patrocinio Regione Emilia Romagna e Dicastero Cultura e Pubblica Istruzione Repubblica di San Marino]- presso Intrigoesposizioni, CASALMAGGIORE, ITALIA

2000- “Una croce, un uomo, un dio”, Polo Culturale A passo d’uomo, chiesa di San Rocco, SABBIONETA, ITALIA

1999- “Terza Rassegna Arti Visive” [comitato regionale Emilia Romagna AICS, patrocinio Regione Emilia Romagna e Dicastero Cultura e Pubblica Istruzione Repubblica di San Marino]- BOLOGNA, ITALIA

1999- “Seconda Rassegna Arti Visive” [comitato regionale Emilia Romagna AICS, patrocinio Regione Emilia Romagna e Dicastero Cultura e Pubblica Istruzione Repubblica di San Marino]- CASTELLO DI SERRAVALLE, REPUBBLICA DI SAN MARINO

1999- “Prima Rassegna Arti Visive” [comitato regionale Emilia Romagna AICS, patrocinio Regione Emilia Romagna e Comune di Ferrara], Grotte del Boldini, FERRARA, ITALIA

-

-